| Google.com | Punto-informatico.it | news.google.com | Slashdot.org | Wired.com |

 

_

Ridare vita ad un Alcatel OT301

Ovvero come avere un cellurare gratis, aver colto l'occasione, essere felici per aver ridotto l'entropia dell'universo, riparmiato un ennesimo rifiuto per il mondo, essersi arrangiati con quello che si ha e aver soprattutto fatto "da se", soli senza soldi, contro il mondo, tu la tua testa e il problema.

Il fatto, ho due schede, ma un telefono e niente soldi per comprarne uno. E poi costano troppo cari e i modelli passati spariscono dal mercato piuttosto che costare di meno.

Dopo una disperata ricerca finalmente ho trovato una carcassa su cui sperimentare, o meglio riportare alla vita (e usare).

Basta prosa, 10 foto valgono + di 10000 parole (1 foto 1000 parole, 10 fate il conto). Foto a foto descrivo.

Il difetto: c'è un attacco antenna esterna del cell che si è rotto, purtroppo la rottura di una stronzata del costo di 1,5 centesimi porta al totale non funzionamentoi del cell che a suo tempo (2001) costava circa 130 euro... e non ci sto nè a buttralo nè a ingrassare sti costruttori che non capiscono una mazza di elettronica fai da te/economica. (maledetti gestionali) !

Il punto di lavoro, ci si arrangia con poco, un po' di stagno, un cacciavitino, il cellulare, un pezzo di un vecchio mouse per i fili sottili e .... un mostruoso saldatore da officina elettrica... guardate la dimensione della punta.... è grosso come la piazzola rotonda della scheda del cellulare, la piazzola: quella rotonda in alto a sinistra sul cell subito accanto alle "placche" metalliche, meglio con le foto. PErchè sto saldatore? della serie, non compro nuovo, uso meglio quello che ho. E sta mania di comprare comprare e comprare. Sta pubblicità progresso "io faccio girare l'economia", che hai fatto oggi ? pulito la casa? riparato i calzini? preparato pranzo ? lavorato l'orticello ? hai studiato ? e volontariato, chi è meno fortunato di te? no,nulla di questo, ho comprato le mele...(!).. che patetici !! volete finire così ? babbei ribellatevi !! usate la testa !! fate da voi ! sveglia ! finita la pappa pronta ! no scusate, lasciate stare, non devo salvarvi, non sono un salvatore e dimenticate quello che vi ho detto, io faccio quello che voglio fare, voi continuate così.

Il saldatore. costato poco, ci ho fatto tanto.

Questo è il lavoro finito, non ho fatto foto prima di iniziare perchè non sapevo come andava e per non forxzare e distrarmi. Sulla piazzola circaolare c'era saldato un coperchietto metallico come ste placche, solo che aveva un connettore centrale. solo che sto connettore era rotto e non faceva + contatto come doveva. Morale, dopo un rapidissimo occhiata qualcuno deve ripristinare un ponte (sul fiume kwait) tra i due contatti. Nella foto il filo in mezzo saldato a meno, i due contatti alle estremitaà. Per la cronaca, la piazzola è larga circa 7 mm (0,7 cm) ed è pericolosamente circondata da componenti SMD (componenti montati superficialmente, cioè non ci sono buchi nel PCB per i contatti elettrici). Quello che vedete è un pezzetto di filo sottilissimo, meno di un millimetro che ripristina il contatto. Adesso tenetevi forte, metto in comparazione il mio saldatore con quello che ho saldato....

TA DA !!! impressionati ? vero ? vi posso dire si, ho usato questo "coso" per saldare.... di lato, con una mano ferma che un chirurgo non poteva fare meglio, con una precisione e delicatezza che neanche un leone quando sposta i piccoli in bocca potrebbe fare meglio. Ancora adesso non me ne rendo conto bene ma ho fatto un lavoretto che funziona (!) a costo ZERO, qualcosa di irripetibile.

Che differenza c'è da saldare così e tutto il resto ? il resto è che scaldi il saldatore, lo apposggi ai fili, coli lo stagno e ci stai ad insistere per sciogliere lo stano un bel po'. Qui invece, scaldi, fondi stagno sulla punta saldatore, appoggi filo, scaldi filo, coli un pochissimo di stagno sopra e poi appoggi filo caldo diretto sul PCB e speri di essere preciso abbastanza senza incasinare gli altri componenti che sono appena appoggiati con un filino di saldatura (sempre a stagno e doppia faccia) posato dalla macchina automatiche di precisione.

Vista da un'altra visuale. Già, mano ferma, lucido di mente, niente pinze, tieni filo in mano e prima che quel pezzo di 7 mm si scaldasse tutto era già appoggiato delicatamente sulla piazzola giusta.

Dicevo costo zero, perchè i ricambi li ho presi da un vecchio mouse, cioè nulla di che, il pezzo di trovava li sul banco al momento del bisogno ed è stato saccheggiato.

Primo piano dei fili, sempre utili, mai buttare nulla !!

Ahhhhhhhhh, non sapete la soddisfazione di aver "fatto" qualcosa da voi. Di aver messo le vostre fragili manine dentro schede che umani non potrebbero toccare per via del tremore e della elevata impaccamento dei pezzi dentro.

Non tanto per aver risparmiato (che cmq ci fa, un cell nuovo NON me lo compravo, la SIM l'ho già) o per farsi vedere (vabbè ho pubblicato) ma per la soddisfazione di vedere la vostra zampa dentro un qualcosa di complesso, di un meccanismo da nontoccare, di qualcosa che quando si rompe, il 99.999% (regola dei 5 nove in gergo) delle persone butta senza preoccuparsene, senza dire "perchè?" senza porsi dei "come è che funge"... tutto qui, semplicità e nessuna magia, ma "dividi e conquista !".

State sintonizzati per altre novità !!!